Grisignana, si è confermata ancora una volta come la città degli artisti per eccellenza. La 17.esima edizione del Concorso internazionale d’arte Ex Tempore, promosso dall’Unione Italiana, in collaborazione con l’Università Popolare di Trieste, il Comune di Grisignana, la Comunità degli Italiani locale e con il contributo finanziario del Consiglio per le minoranze della Repubblica di Croazia, si è rivelata un trionfo. L’immancabile appuntamento con l’arte, che ha proposto l’ormai tradizionale tema dell’incantevole paesaggio istriano e della vetusta cittadina di Grisignana, ha calamitato ieri, nella giornata conclusiva della manifestazione – nonostante la pioggia – numerosi visitatori e amanti dell’arte, trasformando le viuzze e le piazze dell’antica e pittoresca cittadina istriana in una suggestiva galleria all’aperto.
L’evento, che ha preso il via lo scorso giovedì, ha visto la partecipazione di 380 autori, con 570 tele timbrate, delle quali 420 sono state consegnate. I migliori lavori sono stati selezionati da una giuria composta da docenti universitari, critici d’arte e pittori accademici (Roberto Ambrosi, presidente e membri Majda Božeglav, Furio de Denaro, Dante Pisani, Mauro Stipanov e Luka Stojnić).
A conquistare il primo premio, assegnato dall’UI e dall’UPT, del valore di 1.700 euro, è stato il pittore polese Bojan Šumonja, per l’opera “Ovce” (Pecore), con la seguente motivazione: “Per la singolare forza espressiva e la corrispondenza interpretativa del paesaggio, concepito in chiave simbolica”. A consegnare il primo premio è stata Marianna Jelicich Buić, responsabile del settore Cultura, Teatro, Arte e Spettacolo della Giunta Esecutiva dell’UI. Il secondo premio, assegnato dall’UI e dall’UPT, del valore di 1.200 euro, è andato al pittore fiumano Bruno Paladin, per l’opera “Geoplan bianco“, con la seguente motivazione: “Per l’assemblaggio materiale-materico impiegato nella resa simbolica del paesaggio“. A conferire questo riconoscimento è stato Alessandro Rossit, direttore generale dell’UPT. Il pittore rovignese Branko Kolarić ha conquistato il terzo premio, del valore di 1.000 euro, per l’opera “Istarski kraj” (Paesaggio istriano), con la seguente motivazione: “Per l’efficace interpretazione cromatico-materica del paesaggio istriano”. A consegnargli il premio è stato Mauro Gorjan, presidente della CI di Grisignana. Il premio Città di Grisignana, del valore di 1.000 euro, è andato alla pittrice triestina Loredana Riavini, per l’opera “L’ombra del gelso”, con la seguente motivazione: “Per l’aderenza interpretativa espressa con efficace naturalismo al tema proposto”. A conferire questo riconoscimento è stato il sindaco di Grisignana, Rino Dunis. I premi degli sponsor, del valore di 1.000 euro ciascuno, sono stati assegnati al pittore goriziano Nicola Tommasi, per l’opera “La ruggine non dorme mai”, nonché alle pittrici triestine Lucia Daniela Rumini, per l’opera “Urban reality” e Bruna Daus, per l’opera “Sogno di Grisignana”. La serata è proseguita in allegria con il concerto di Boško Petrović & Mike Sponza Blues Band.

Monica Kajin Benussi

Grisignana, trionfa il polese Bojan Šumonja
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)