La diciannovesima edizione dell’Ex tempore di Grisignana si è conclusa ieri con la cerimonia di premiazione di un concorso che quest’anno ha visto ben 494 artisti. Sono state timbrate 586 tele e consegnate 451 opere che per tutta la giornata hanno costituito una mostra a cielo aperto in giro per le vie del borgo.
La manifestazione, organizzata dall’Unione Italiana di Fiume, dall’Università Popolare di Trieste, dal Comune di Grisignana e dalla Comunità degli Italiani locale, ha preso il via il 27 settembre. In questi giorni si sono alternati numerosi appuntamenti culturali che, come tradizione vuole, sono culminati con l’Ex tempore di pittura, incontro per eccellenza di artisti professionisti e non di tutte le età. Ha arricchito l’evento una notevole folla di visitatori che hanno attraversato in lungo e in largo tutte le viuzze della località istriana, curiosando in tutti gli angoli per non lasciarsi sfuggire nessun lavoro artistico esposto.

I premiati

Il primo premio UI-UPT (2000 euro), consegnato dal Presidente dell’Unione Italiana, l’onorevole Furio Radin, è andato a Silvana Konjevoda di Fiume. Al secondo posto si è classificata Mari Vidović di Rozzo (1500 euro), premio consegnatole dal direttore generale dell’Università Popolare di Trieste, Alessandro Rossit. Terzo gradino del podio per il fiumano Damir Stojnić (1000 euro), che è stato premiato dal presidente della locale Comunità degli Italiani, Mauro Gorjan.
Ambitissimo pure il tradizionale Premio Città di Grisignana (1000 euro), consegnato a Bojan Šumonja, di Pola, dal sindaco Rino Dunis.
Anche numerosi sponsor hanno dato il loro prezioso apporto alla manifestazione ed hanno voluto premiare gli artisti meritevoli. Le ditte “SAF Autoservizi” di Udine e “Vladimir Gortan” di Pisino hanno scelto l’opera numero 25, che si è rivelata realizzata da Marko Brajković. Ha consegnato il premio il Console Generale d’Italia a Fiume, Renato Cianfarani. La responsabile del Settore Cultura della Giunta Esecutiva dell’Unione Italiana, Marianna Jelicich Buić, ha consegnato a Bruno Paladin, di Fiume, il premio messo in palio dalla ditta “Arlem SAS” di Trieste. Le ditte “Fingra” di Fiume e “Kapitel” di Gimino hanno premiato l’umaghese Milan Marin, mentre la ditta “Villas” di Pisino ha optato per l’opera dell’austriaco Zikuling Gudrun di Kunsdorf.
Presente anche il Presidente della Regione Istriana, Ivan Jakovčić, che ha consegnato il premio “Arte Residence Monte Istria”. Ad avere la possibilità di allestire il prossimo anno una mostra personale presso la galleria civica “Fonticus” di Grisignana sarà l’artista austriaca Josefine Blaich di Dobollach.
Anche quest’anno si è voluto dare spazio ai giovani con l’apposita categoria. Sebbene non abbia attirato numerosi artisti in erba (solo 19 partecipanti), come si sperava, gli organizzatori intendono trovare comunque una nuova formula con cui attirare anche quella categoria nelle prossime edizioni. La Giuria che ha valutato i giovani, composta da Paolo Cervi Kervischer, Ornella Boseglav e Marko Zelenko, ha deciso di assegnare il primo premio di 200 euro (in buoni acquisto) a Lena Gržetić, mentre il secondo posto (150 euro in buoni acquisto) è andato a David Naglić, entrambi di Fiume. Il terzo premio (di 100 euro in buoni acquisto) è andato invece a Luca Pistrin, di Trieste. A consegnare loro il premo è stato il console generale d’Italia a Fiume, Renato Cianfarani. Anche per la categoria dei giovani il Comune di Grisignana ha messo in palio un buono acquisto di 100 euro, premio che è stato vinto da Alberto Perossa.

Venti candeline per la prossima edizione

Nataša Šegota Lah, presidente della Giuria generale, composta inoltre dal critico d’arte Enzo Santese, da Stane Brnik, da Eugen Borkovsky e da Bruno Chersicla, nella sua analisi generale delle opere ha rilevato cha quest’anno la scelta dei vincitori non è stata fatta in base alla valutazione di un’espressività astratta (cosa che ricordiamo accadeva nelle edizioni più recenti, ndr) bensì c’è stata una tendenza per premiare la pittura figurativa.
Ha preso la parola pure il presidente dell’Assemblea dell’Unione Italiana, l’onorevole Furio Radin, che ha sottolineato l’importanza della manifestazione grisignanese, ricordando la prima edizione di 19 anni fa quando gli artisti che vi aderirono erano solo 60. “Oggi siamo arrivati a quasi 600 partecipanti, il che la dice lunga sulla qualità del concorso. Penso che questa sia la più grande mostra a cielo aperto non solo dell’Istria e della Croazia, ma credo anche dell’intera Euroregione” – ha concluso Radin.
A salutare i presenti è stato pure il sindaco di Grisignana, Rino Dunis, che ha annunciato per l’Ex tempore del prossimo anno delle sorprese, in quanto si tratterà della ventesima edizione; un compleanno importante che si cercherà di festeggiare nel migliore dei modi.

Daniele Kovačić

Grisignana, si conferma la città dell’arte
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)