È stata una gran kermesse della pittura, della cultura e del buonumore, la XVI edizione dell’Ex Tempore di Grisignana, tradizionale manifestazione di pittura organizzata da Unione Italiana, Università Popolare di Trieste, Comune e Comunità degli Italiani di Grisignana, con il contributo del Ministero degli Affari Esteri Italiano e della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. L’edizione 2009 è stata dedicata allo scrittore istriano Fulvio Tomizza (Giurizzani, Matterada, 1935 – Trieste, 1999), nel decimo anniversario della sua scomparsa.
Considerato uno degli avvenimenti culturali di maggior rilievo e vanto della Comunità Nazionale Italiana in Croazia e in Slovenia, l’evento nel corso degli anni è diventato un punto di riferimento sia per gli artisti connazionali sia per altri autori provenienti dalla Croazia, dalla Slovenia e dall’Italia, in primo luogo, ma, come si è rivelato nelle precedenti edizioni, anche da altre parti d’Europa e del mondo. Ancora una volta la cittadina di San Vito, Modesto e Crescenzia, questa piccola Montmartre nel cuore della verdeggiante Istria, ha accolto nel suo vetusto grembo, assieme all’evento d’arte, un gran confluire di pittori, curiosi, esperti, vacanzieri, gente comune, in un clima di grande serenità e socievolezza. Ed è stata ancora una volta la celebrazione della pittura, il rito della tradizione, ma soprattutto la festa di Grisignana.

Patrimonio naturale che continua a incantare

Infatti, come ogni anno, anche questa edizione è stata incentrata sulla città degli artisti e sulla bellezza del paesaggio istriano. Piazza grande, la via principale che scende verso la Loggia, le vie adiacenti, le calli, gli slarghi, le volte, le facciate delle case erano tappezzate da una fiumana di quadri occhieggianti che ritraevano gli aspetti più singolari e caratteristici dell’antico e suggestivo borgo medievale e di un patrimonio naturale che non finisce di incantare.
Comunque, al di là dell’evento puramente pittorico, in questo finesettimana l’ex Tempore ha offerto un variegato e colorito corollario di eventi, tra cui spicca per rilievo e portata culturale l’apertura della mostra, alla CI di Grisignana, dei lavori di arti figurative presentati al concorso Istria Nobilissima 2009. Appuntamento di spicco è stato pure la ricca mostra delle pubblicazioni della casa editrice Edit di Fiume, che non ha mancato di attirare l’attenzione del pubblico.
Per i buongustai e gli estimatori dei prodotti tipici e genuini, nella Loggia cittadina, è stata ammanita la degustazione e la premiazione dei migliori vini rossi, come pure la mostra di “sua maestà” il tartufo bianco e dei funghi dell’Istria; il tutto allietato dalle musichette frizzanti dell’instancabile Trio Saltin, “pien de morbin“. La manifestazione si è conclusa sulla Terrazza Belvedere con la cerimonia di premiazione dei migliori lavori realizzati all’Ex Tempore di Grisignana 2009, cui ha fatto seguito un ricco programma artistico-culturale.

Patrizia Venucci Merdžo

ECCEZIONALE PARTECIPAZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA
Alla fiumana Daria Vlahov il primo premio

È Daria Vlahov Horvat la vincitrice della XVI Ex Tempore di Grisignana. La giuria internazionale presieduta da Roberto Ambrosi ha assegnato all’artista fiumana il primo premio per “Paesaggio istriano lineare”, per “la libera leggerezza interpretativa del cromatismo grafico del paesaggio istriano”, come si legge nella motivazione. Questa che si è conclusa ieri sera è stata un’edizione straordinaria, che ha visto la partecipazione di ben 457 autori provenienti da Italia, Croazia, Slovenia, Austria, Germania, Francia, Inghilterra e Ungheria. Con 524 tele consegnate “è la più grande manifestazione artistica in Croazia, un evento che ormai vive di vita propria”, ha dichiarato il presidente dell’Assemblea dell’Unione Italiana e deputato italiano al Sabor, Furio Radin. Presenti alla cerimonia della consegna dei premi, con cui in pratica si è chiusa l’Ex Tempore di Grisignana, pure Alessandro Rossit, direttore generale dell’Università Popolare di Trieste, il sindaco del Comune, Rino Dunis (“è una manifestaizone che promuove la multiculturalità”, ha rilevato il primo cittadino grisignanese), la presidente della locale Comunità degli Italiani, Giuliana Deskovic-Crevatin, la direttrice amministrativa dell’UI, Orietta Marot, il titolare del Settore Cultura della Giunta esecutiva dell’UI, Mario Steffè e tanti altri, appassionati dell’arte e delle tradizioni istriane.
La giuria composta da Roberto Ambrosi (docente universitario e critico d’arte, Trieste), Stane Bernik (accademico e critico d’arte, Lubiana), Toni Biloslav (direttore delle Gallerie costiere, Pirano), Furio De Denaro (storico dell’arte e incisore, Trieste), Giovanni Luca (storico dell’arte, Trieste) ed Eugen Borkowsky (storico e critico dell’arte, direttore della Galleria civica “Fonticus” di Grisignana) ha assegnato il secondo premio alla pittrice Lucia Daniela Rumini di Trieste, per l’opera “Town 13”, in cui si denota un “equilibrato valore compositivo delle scelte luninistiche ed interpretative del paesaggio urbano”. Terzo premio per il pittore Peter Tuškan di Zagabria, per “Cesta za Grožnjan” (Strada per Grisignana), in cui ha dimostrato “ricchezza grafica” e “originalità interpretativa della resa paesaggistica”. Il premio del Comune di Grisignana è andato alla pittrice Elisabetta Virsa di Gorizia, con “Attimi di paesaggio”, per “la dinamicità e l’innocenza gestuale descritta”. Tra gli altri riconoscimenti, quelli degli sponsor, va rilevato innanzitutto il premio al rovignese Aleksandar Garbin, che con “Istra” ha presentato l’unica opera aderente alla tematica tomizziana (ricorderemo ancora che quest’edizione dell’Ex Tempore di Grisignana è stata dedicata allo scrittore istriano nel decennale della sua scomparsa). Il premio è stato assicurato da Arr.Imm. di Cervignano e SAF, autoservizi FVG di Udine. Premi ancora a Nicola Tomasi di Gorizia (Supermercato del libro di Treviso ed Elettronica Veneta di Motta di Livenza) e Jasna Šikanja di Buccari (Banca popolare Friuladria e La Contrada – Teatro Stabile di Trieste), mentre Antonella Iussa di Trieste ha ottenuto l’allestimento di una mostra personale alla Galleria civica “Fonticus” di Grisignana “per incoraggiare la partecipazione della grafica.
In conclusione, in considerazione dell’alta qualità delle opere e della quantità di tele consegnante in queste due tecniche, il presidente della giuria, Roberto Ambrosi ha auspicato l’istituzione di due nuove sezioni a parte, della grafica e dell’acquerello.

Grisignana 2009, kermesse della pittura, della cultura e del buonumore
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)