DA SHAKESPEARE AI BEATLES

Vernice della mostra curata da Eugenio Ambrosi

nella Sala Sbisà dell’Università Popolare di Trieste 

Una mostra per raccontare la lunga e tortuosa strada letterario-culturale britannica che sta dietro al successo dei Beatles: a proporla all’Università Popolare di Trieste – che la ospiterà nella Sala Carlo Sbisà di via Torrebianca 22 (vernice mercoledì 10 febbraio, ore 17.30) Eugenio Ambrosi che, da oltre cinquant’anni ama i mitici ragazzi di Liverpool. Al punto da trasformare quella che, negli anni Sessanta era una moda – essere tra i fan dei Beatles – in una vera passione, materia di studio e di collezionismo.

Per raccontare questa storia – anticipa Eugenio Ambrosi – propongo degli accostamenti che potrebbero sembrare audaci: i Beatles a Shakespeare, Paul McCartney a William Wordsworth e S. Taylor Coleridge, John Lennon a James Joyce ed Edward Lear. Il visitatore può scoprire la storia umana ed artistica dei quattro Beatles attraverso quindici pannelli espositivi e nelle bacheche dove sono esposti libri risalenti agli anni 1940/60 e tante altre curiosità.

La mostra resterà aperta fino al 22 febbraio, da lunedì a sabato (dalle 16.30 alle 19.30) e domenica e festivi (dalle 10.30 alle 12.30).

InvitoWeb

 

da Il Piccolo, edizione 10 febbraio 2016

da Il Piccolo, edizione 10 febbraio 2016

da La Voce del Popolo, edizione 9 febbraio 2016

da La Voce del Popolo, edizione 9 febbraio 2016

DA SHAKESPEARE AI BEATLES
0.00(0 votes)

Post by editoria

Comment(0)