Il corso si articola in due moduli della durata di 13 lezioni ciascuno, il mercoledì dalle 19.00 alle 20.15, presso la sede della Scuola Media Divisione Julia

Il primo modulo, dal 19 ottobre 2016 al 25 gennaio 2017, sarà un’introduzione ai concetti di filosofia e religione nel mondo indiano, strettamente legati al tessuto sociale e culturale di un paese che è grande come un continente e contiene numerose scuole di pensiero e numerosi approcci al divino.
Il secondo modulo, dal 1 febbraio 2017al 4 maggio 2017, tratterà gli aspetti più mitologici del pensiero indiano, attraverso la narrazione dei miti e dei loro protagonisti, le divinità e gli esseri celesti che animano la cultura popolare dell’India ma che hanno radici e significati nei più autorevoli testi sacri indiani.

Obiettivi
Il corso si propone di offrire una panoramica sul pensiero e sulla visione del mondo di una cultura complessa e varia che si è sviluppata in India a partire dal II millennio a.C. Si potrà vedere la religione indiana come un contenitore di diverse scuole e correnti che, a partire da concetti comuni come dharma (ordine, legge) e karma (azione), sviluppano diversi approcci e percorsi spirituali per giungere allo stesso obiettivo di definizione del divino.

Descrizione
Il primo modulo del corso spiega i concetti comuni che contraddistinguono l’Induismo nel suo insieme, come la definizione di filosofia e religione, i concetti di dharma e karma, la suddivisione castale della società, i principi di relazione tra microcosmo e macrocosmo.
Prende poi in esame alcune scuole di pensiero che compongono le varie facce di questa poliedrica religione che, nella sua definizione, prevede approcci e punti di vista ortodossi e non ortodossi al mondo divino. Tra le scuole non ortodosse sarà preso come esempio il Tantrismo, che prevede un approccio mistico al divino, anche attraverso l’uso della fisiologia sottile (chakra e nadi, centri e canali energetici nel corpo) e in cui si inserisce lo hathayoga.

Il secondo modulo è incentrato sulla mitologia che accompagna l’Induismo, popolata di divinità che incarnano energie cosmiche ma che agiscono nel mondo con animo quasi umano, in continua tensione tra il bene e il male. Molte figure divine sono venerate dal popolo indiano, ognuna a simbolo di una sfaccettatura di realtà che compone il grande quadro divino.
Il pantheon induista è di tipo settario, converge cioè intorno alle grandi divinità maschili e femminili in una struttura gerarchica e familiare. Vi sono quindi divinità appartenenti alla famiglia di Visnu, di Shiva e della Dea Madre. I racconti mitologici sono poi arricchiti da personaggi divini o semi-divini che svolgono ruoli di mediazione tra gli dei e gli uomini.

Quota di frequenza per ogni modulo: € 118,00
Quota associativa: € 20,00

Filosofia dell’India
0.00(0 votes)

Post by editoria

Comment(0)